White diaspora

Si autodefiniscono “ex- Sudafricani“, sono bianchi (afrikaner) emigrati dal Sud Africa in tutto il mondo “occidentale” dopo la fine dell’apartheid e la vittoria di Nelson Mandela alle elezioni del 1994: principalmente in Israele, negli USA, in Nuova Zelanda, o nel Regno Unito.
Si definiscono, enfaticamente e con orgoglio, “the right kind of migrant” [“i migranti ‘buoni'”]. Si vantano di “aver reso Ra’anana [nord di Tel Aviv] occidentale ed ospitale” o di essere “esattamente il genere di immigrati di cui San Diego aveva bisogno“.

Curiosamente, sono generalmente benestanti (ricchi, decisamente ricchi); educati e professionalmente qualificati. Ma alla cosa non viene dato troppo peso.
A Ra’anana, gli “ex- Sudafricani” vivono in un loro quartiere, virtualmente isolati dal resto della popolazione.

Questi expat sono ormai noti, almeno in ambito scientifico, per le loro preferenze politiche: UKIP nel Regno Unito; commenti sui “Mussulmani che stanno prendendo il controllo di Bristol“; lodi per le “operazioni di sicurezza” dell’esercito israeliano in Cisgiordania.

Incidentalmente: il caso israeliano è forse il più interessante, perché lo Stato ebraico per decenni ha incoraggiato l’immigrazione -selezionata- di ebrei africani (etiopi in particolare, come raccontato nel film “Vai e vivrai“). Un cambio di paradigma quanto mai significativo, anche se i rapporti fra afrikaner e Stato israeliano risalgono a parecchi decenni orsono, incluso lo scambio di tecnologie per la bomba atomica…

Alla luce di queste considerazioni, non dovrebbe sorprendere come gli “ex- Sudafricani” (o, almeno, la maggior parte di essi) siano estremamente critici nei confronti della “Rainbow nation” creatasi dopo il 1994; come continuino a rimpiangere i “bei tempi andati” dell’apartheid, nei quali vigevano ordine e sicurezza.
Come scrive il blog Africa is a Country: “The continued existence of “ex-South African” communities themselves demonstrate the continued identification with South Africa as a place of origin. That said, the South Africa these migrants – and the right-wing white strains of South Africa’s diaspora – identify with is the South Africa of apartheid.

Africa is a Country è un blog di analisi socio-culturali sul continente africano
Qui trovate il blog e qui la pagina FB.