Monthly Archive: aprile, 2014

Laicità

by

Ma come fanno gli studenti stranieri (arabi, induisti, pastafariani) a studiare in Europa et similia se ancora ci ostiniamo a dividere il tempo in avanti cristo e dopo cristo? Almeno altrove il fondamentalismo… Continua a leggere

L’amore e la zattera

by

A quel punto, i casi erano due. O sbagliava lui, su tutto, cosa che, senza falsa modestia, gli capitava di rado, oppure aveva frequentato le persone sbagliate. Certo, gli entusiasmi altrui lo ferivano,… Continua a leggere

Ho sedotto il demonio

by

Signore e signori, è lui a seguire me. Qui le gerarchie si sono ribaltate…

Podio

by

  Per primi sono arrivati gli occhi: nessuno può correre più veloce della luce. Subito dopo, in seconda posizione e senza troppi sforzi sono arrivate le braccia, tese per non rischiare il fotofinish.… Continua a leggere

GRAND BUDAPEST HOTEL

by

Quello che pensai gia’ guardando I Tenenbaum, e cioè che il cinema di Wes Anderson è davvero difficile da spiegare a parole, è ancora più vero per la sua ultima opera, Grand Budapest… Continua a leggere

Fate Like se

by

Per un attimo ho avuto un fortissimo impulso. Ho pensato di editare un mio vecchio post di quelli d’amore, un po’ buonisti, con la loro trentina di like, nascondere i commenti e sostituire… Continua a leggere

Tu prova ad avere un mondo anche fuori dal cuore (par condicio con il post di prima)

by

Signora somigliante a suora laica con quantitativo di baffi che ho visto solo a uomini si allontana da signora cieca da un occhio dicendole “mammamiaahò quanto puzzi, di tabacco puzzi e che è?”,… Continua a leggere

Che ne sai tu di un campo di grano?

by

Ai signori Pro e ai signori Contro, e a tutti quelli che si devono giustificare di avere una vita, quando vogliono buttare giù due righe qui. Io non ho paura. Non ho paura… Continua a leggere

Giovanni Paolo II

by

Giovanni Paolo II, tra le altre cose, era fieramente contrario: 1) all’interruzione di gravidanza 2) alla contraccezione 3) all’eutanasia 4) all’ordinamento delle donne 5) al divorzio 6) all’omosessualità Ha però chiesto perdono per… Continua a leggere

SCIACQUONE

by

  Quando l’idraulico si è accorto che, nonostante la sua spiegazione, il mio sguardo è rimasto sintonizzato sul nulla cosmico, allora mi ha invitato a salire sulla scala. Prima di quel momento avevo… Continua a leggere

Decades #1 – The Sixties

by

Non amo troppo guardare al passato, o perlomeno solo a quello, parlando o scrivendo o semplicemente ascoltando musica. Sono più portato a guardare con un occhio il gatto e con l’altro il pesce,… Continua a leggere

transizioni difficili

by

avviso ai lettori: il post è lungo e io non ho voglia di spezzarlo. prendete fiato: potete sicuramente arrivare in fondo. vi sfido. Post per il 25 Aprile (sempre!). Nei commenti ad un… Continua a leggere

passato l’Uragano

by

La cosa che più mi fa pensare, mentre mi appresto a scrivere questo post, è quanto banali e volatili siano la memoria ed il pianto collettivi. Già lo sapevamo. Ma sfogliando i giornali… Continua a leggere

ròba di (s)misura

by

Originally posted on di isotopi radioattivi, cimeli e qualche amenità:
mille aghetti di pino stesi, lunghi, sull’asfalto, così svestiti a lutto, senza petali, anche i tulipani. ti riconosco sul fondo, sei alto, sei…

Poker di blog

by

Siccome in questi giorni non ho fiato per inventarmi nulla, pubblicizzo chi ne ha. Leggete questi quattro blog (lascio fuori i colleghi Discutibili e le persone che hanno scritto ripetutamente per noi, come… Continua a leggere

paura – redpoz ter: it scares me of losing you

by

Giuro che non l’ho fatto di proposito di far partire proprio “Valentine’s day” di Springsteen. Giuro. Anzi, vi sono poche altre canzoni che vorrei evitare più di questa in questo momento. Ma ho… Continua a leggere

Le donne vanno temute – 3 (Ishtar e Gilgamesh)

by

Ishtar è bella. Non solo bella. Lei è la dea dell’amore fisico, è bella ed è una di quelle che se passano per strada ti si svita il collo. Una via di mezzo… Continua a leggere

Ruanda, vent’anni dopo – non è finita

by

Il tempo passa, il Ruanda resta. Il ventennale esatto dall’inizio del genocidio è passato e sui giornali non si trovano più reportages e commemorazioni, non dietrologie e nuove indagini, non analisi economiche e… Continua a leggere

Considerazioni e lamenti di un bevitore accanito di caffè

by

    Il mondo si divide in due tipi di persone: quelli che smettono di bere caffè alle dieci di mattina perché dicono che poi non chiudono occhio la notte, e quelli che… Continua a leggere

[Post Delirante] Di Maestri, Rivoluzioni e Pioggia

by

(post svogliato, delirante e malfatto, senza tre quarti dei link che servirebbero, ma anche sticazzi, capitemi, è Pasqua e sto traducendo un libro di economia) Non può piovere per sempre. Lo dicono un… Continua a leggere

[scrive per noi] – paura – edp – amarcord

by

Tu pensi di sentirla ma è un prurito alle mani, un fastidio allo stomaco. Ci credi che sia quella di bambino, quella che ti han raccontato quando stai per cadere dalla bici, quando… Continua a leggere