il nostro primo, discutibile, concorso: in viso veritas

by

E insomma arriva un momento in cui anche i lillipuziani vorrebbero crescere un po’. Nell’incertezza d’attribuzione della rinomata frase «pianta un albero, fai un figlio, scrivi un libro» (Sir Francis Bacon, filosofo, politico,… Continua a leggere

distributore automatico di sub(cultura) – il sequel

by

Abbiate pazienza, ma non ho resistito alla tentazione di rispondere ad Alice (e al suo Bianconiglio) ed alla sua richiesta di delucidazioni sui distributori automatici di targhette che allietano l’underground milanese. Per ovvi motivi, come si… Continua a leggere

distributore automatico di (sub)cultura

by

Alla stazione di Cadorna è possibile trovare da qualche tempo, nascosto nei meandri della metropolitana, un distributore automatico di libri. Sì, esatto, di libri: anch’io non ne avevo mai visto uno, poi scoprii cercando… Continua a leggere

Irrazionalità

by

Ho riflettuto a lungo sulla possibilità di vivere in modo irrazionale. Ho concluso che è un‘ottima idea. Pertanto non lo farò.

A ciascuno la sua.

by

Originally posted on Smetto quando voglio:
Dalle mie parti c’è un detto che si usa per identificare quelle persone che muoiono compiendo un’attività che amano tantissimo e dalla quale non riescono a prescindere…

la verità – è non dover mai dire “mi credi?” – adp

by

È il quattordici del mese di agosto, vigilia del giorno in cui per consuetudine Milano dimostra al mondo che il vuoto cosmico può esistere, e i discutibili milanesi scrivono di verità. C’è però… Continua a leggere

La verità – Intesomale – Contro Antigone

by

Non so dire se sono d’accordo con l’affermazione di Eva Cantarella, secondo cui Creonte era un buon governante. Si potrebbe entrare nei dettagli della questione, affrontare il tema della Legge e in quella… Continua a leggere

Come dire osate cambiare, cercate nuove strade

by

Davanti all’ufficio postale c’è un ragazzo marocchino. Sdraiato all’ombra dell’ingresso, neanche ti chiede nulla, fa muovere le porte scorrevoli quando si inceppano, da seduto, sollevando la mano. Dentro l’ufficio postale arriva un signore,… Continua a leggere

Mr. Bean va in guerra

by

Quando nel 1941 Emilio Lussu propose agli inglesi un piano per organizzare la resistenza anti-fascista in Sardegna, e poi sulla penisola, chiedendo in cambio alcune garanzie, il signor Jebb, assistente del ministro Dalton,… Continua a leggere

Fai vedere di che pasta sei fatto.

by

“PASTA DEL CAPITAAANOOO”

Sulla poltroncina

by

Sono seduto sulla poltroncina di fronte al divano, e tu sei semisdraiata, con un cuscino dietro la schiena. Come sempre mi parli di sciocchezze, della politica estera del governo, delle nuove iniziative, della… Continua a leggere

La verità – mododidire – Lo stomaco rivelatore

by

Da anni mi chiedo se la verità esiste. Se ne esistono tante diverse, la mia la tua la sua, o se i fatti vogliano dire qualcosa. In fondo i fatti sono fatti da… Continua a leggere

Casa

by

  Casa è il posto dove curi il male. Casa è il posto in cui il male non entra, a meno che tu non decida di aprirgli. Casa è dove mi hai baciato… Continua a leggere

Scarface, ovvero: perchè fare un remake?

by

E’ difficile dire cosa sia che spinge un regista a girare un remake. Le cause possono essere le più disparate: nella maggior parte dei casi, è il denaro (si pensi ai rifacimenti americani… Continua a leggere

Della Bellezza e di mododidire

by

Rimembranza – traduzione da Free Paly!

by

[Mentre mi tengo lontano da WordPress per cucire e scucire le mie voragini personali, cerco in rete notizie e informazioni su quello che accade in un posto in cui ogni brandello di alibi… Continua a leggere

senza paga(ia)re

by

Metà anni novanta, Milano, seggiole in legno del Dipartimento di Biologia. Tra un’ora di lezione e l’altra, vicino all’acquario (come avrebbero potuto, dei biologi, soprannominare in modo diverso un’aula di studio interamente delimitata… Continua a leggere

Viaggiatore clandestino

by

Originally posted on Pendolante:
La rete dei blogger pendolari è molto più ampia di quanto si possa immaginare. Si ipotizzava addirittura – in un altro blog – di creare una Setta dei pendolari…

No, ma dico…

by

  Dico, ma si può? Che la carta intestata servisse per le comunicazioni ufficiali, importanti e urgenti non c’era dubbio. Vabbè che era l’ultima sera, vabbè che siamo imbucati nel nordest, ma c’era… Continua a leggere

Il mio amico tedesco

by

[ Questa è la mail di una persona a me cara, una persona lontana ma familiare. Una persona che vuole imprimere queste parole, perché per chi sa vivere, la parola è lo strumento… Continua a leggere

Non

by

Originally posted on Serbatoio di pensieri occasionali:
? Questa non è una poesia. Io non so niente di poesia. Non so niente di metrica, e, salvo poche eccezioni, la cosiddetta poesia senza metrica,…

salvo disposizioni contrarie

by

Confesso: sarei curioso di conoscere i motivi di tali eventuali (d’altronde pensavo che certe vecchie storiacce non si dovessero proprio conoscere).